Mars Morning: Nidiate / The modern prehistoric broods, an Easter Egg

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è marsmorning.jpg

Scorza dura o verga tenera? Uno studio della U.S.Z. (Colorado), afferma che, in caso di nidiata numerosa, l’applicazione post coitale del prolificante è inversamente proporzionale all’ordinale prolificato. Compendiando l’argomento in una sintesi che gli amici d’oltre oceano non esiterebbero a definire “quick & dirty”, man mano che il compito educalformativo si tramanda di pargolo in pargolo, l’attenzione dell’impartente muta e s’ammuta, prolassa, s’assottiglia se vogliamo. Questo mix di confidenza, insofferenza, assuefazione, ed infine rassegnazione, ha come risultato ultimo una rilevante componente deviante nel soggetto-oggetto depauperato, spesso riconosciuta come elemento caratteristico del posizionamento ai margini della gaussiana espedientica.

Antitesi esatta di quanto la dottrina comportamentale ha ampiamente e definitivamente documentato nella fattispecie di monogenesi. Attenzione: il fenomeno rileva nel mondo animale quanto in quello umano. In quest’ultimo, per di più, si aggiungano l’innalzamento esponenziale della probabilità di incidente causal-casuale (anche abbinato all’eterogeneità del semen) nelle fasce sociali basse e intermedie, e la pauperizzazione del contenuto genetico(fenomeno per altro esperibile anche nel mondo vegetale). Fin qui la copiosa ma compendiata letteratura, in essay appunto.

Delirium of the Dodo-Hen’s fans!

Abbandoniamo dunque i banchi d’emiciclo a favore di una breve promenade tra i chiaroscuri delle colonne della cronaca.

Sul territorio italiano in questi mesi si registra un’attenta e frenetica attività del nucleo di controllo della fauna e della flora: una novella caccia alla pantera? Il nucleo indaga su un presunti avvistamenti, da più parti segnalati, di esemplari creduti estinti di DoDo-Hen. Sul fatto che gli esemplari siano stati effettivamente “scoperti” o “riscoperti” non vi sono dubbi. Numerosi i testimoni che dichiarano di averli addirittura immortalati.

Per motivi strettamente legati alla privacy dei furono estinti esemplari e al fine di non provocare antipatici assembramenti, non possiamo svelare da queste colonne il luogo del ritrovamento. Ufficialmente, il N.C.F.F. sta tentando di stabilire l’esatto svolgersi dei fatti al fine di seguire eventuali tracce delle preistoriche creature che, a questo punto, parrebbero novamente scomparse, dunque ri-estinte.

L’invisibilità è un superpotere.

Bansky

I cittadini sono basiti perché si tratta, probabilmente, degli ultimi parenti in vita dello pterodattilo, specie oltremodo rapace e perigliosa.

DoDo-Hen

In via non ufficiale, ad ascoltare indiscrezioni di un sodale (di chi non puote citarsi), pare invece che il N.C.F.F sia addivenuto a prove concrete e che, addirittura, ampia e assai voluminona letteratura attesti le cicliche apparizioni dei DoDo. Fossero confermate, l’attento cittadino avrebbe a dissertare in tema di sicurezza e accesso alle gabbie.

E’ questione di sicurezza.

E’ questione di diritto.

Se per l’uomo della strada l’ìnterrogativo impellente sembra quello di agire, per il comitato scientifico internazionale non c’è dubbio: la questione dirimente è valutare, hic et nunc, come direbbero l’antichi.

Chi raspa maxa cata na boaxa.

Proverbio Veneto

Intanto il comitato per la protezione dei cittadini ha informalmente contattato il proprio ambasciatore a Strasburgo al fine di ottenere il via libera a una missione esplorativa il cui nome in codice sarebbe “DoDo Still Alive“. Nella pratica, se i panni non saranno lavati in casa, ci penserà la lavanderia, che costi quel che ha da costare.

Strasburg

Il WWF, d’altro canto, ha preso ufficialmente posizione dichiarando, mutatis mutandis, che un tale ritrovamento segnerebbe per sempre e indissolubilmente l’inattendibilità di ogni estinzione, il vocabolo stesso perderebbe il proprio significato intrinseco. Addio aree protette.

Non ho paura delle parole dei violenti, ma del silenzio degli onesti.

(Martin Luther King)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...